Tour

 
TOUR
CITTÀ INDIMENTICABILI...MOLTO VICINE!

La Toscana è uno scrigno di perle davvero rare: tante opere d'arte, racchiuse in poche città...a un tiro di schioppo (come si dice da noi!) da Il Borgo! Curiosi di scoprire quali?

Arezzo, 5 km scarsi, il cui profilo è visibile già dalla Tenuta, è una cittadina medievale, ricca di opere famose, da Piero della Francesca a Cimabue.

Firenze, culla del Rinascimento, a soli 80 km ti spalanca le porte della sua bellezza senza tempo. Gli Uffizi, il Davide, Ponte Vecchio, le osterie di Oltrarno...non c'è un solo angolo che non ti ruberà il cuore!

Siena, a 60 km, circondata dal paesaggio lunare delle Crete, ti accoglierà con il suo storico Palio. La provincia di Siena comprende il territorio della Val d'Orcia, riconosciuta patrimonio mondiale dell'Umanità dall'Unesco, con i borghi medievali di Pienza e Montalcino.

E perché, passando dal Lago Trasimeno, non spingerci fino a Perugia (90 km)? Con il suo famoso Arco Etrusco e la Rocca Paolina ti farà vivere un'esperienza nel passato!

Arezzo, Piero della Francesca
Piero della Francesca

Pittore umanista, intellettuale del Rinascimento, maestro di luce, simbolo e prospettiva. Attraverso un mutevole paesaggio di piccole pievi isolate, borghi medievali e mutevoli colline, scopriamo l’arte di Piero nell’Italia centrale.

Dove ammirare i suoi capolavori?

-Arezzo: troviamo la "Leggenda della Vera Croce" nella Basilica di San Francesco, considerato uno dei capolavori mondiali del Rinascimento e massima espressione del genio dell'artista e l'affresco della "Maddalena" nel Duomo di Arezzo.

-Monterchi: "La Madonna del parto", una vergine dolcissima, senza attributi nobili (a differenza di come si usava all'epoca) se non lo sguardo in basso, dolce e austero. Da vedere assolutamente!

-San Sepolcro: "La resurrezione" al Museo Civico. Un Cristo trionfante tra i carcerieri addormentati, un trionfo del divino più nella nobiltà dell'animo che negli orpelli metafisici. Sublime.

 

La capitale degli Etruschi: Cortona
Cortona capitale di arte e cultura

Le potenti mura etrusche cingono Cortona, uno dei borghi più belli d'Italia! Per scoprire al meglio questa maestosa civiltà antica, visitate anche le straordinarie tombe dette "meloni" per la loro forma a cupola e il celebre museo etrusco MAEC.

La città offre anche tante altre chicche: le autentiche case medievali, gli affreschi di Luca Signorelli e le magnifiche opere contemporanee di Gino Severini. 

Negli ultimi anni Cortona è stata palcoscenico naturale di molte famose pellicole hooliwodiane, come "Under the toscany sun", e di festival musicali e culturali internazionali.

tagliere toscano
Itinerari del gusto

Parafrasando al contrario un celebre motto: non di solo spirito vive l'uomo, ma anche di...GOLA! Eh sì, e la nostra florida terra è ben generosa nel fornire prelibatezze di ogni tipo, che danno il meglio di sé con un calice di buon vino, della Tenuta Il Palazzo naturalmente! 

-Il Grigio del Casentino: dire " prosciutto" è riduttivo, si tratta infatti del "re dei prosciutti". Cos'ha di speciale? In primo luogo, i maiali, allevati allo stato semibrado, a quasi 800 m di altezza nelle Foreste Casentinesi, a filiera cortissima. Poi, la lavorazione: una tenue affumicatura, che una volta era data dalla conservazione vicino al camino, e che oggi si ottiene grazie a legni di quercia, faggio e ginepro. Dal sapore suadente e scioglievole...ottimo!

-Porchetta Monte San Savino. Per chi non sapesse cosa sia, si tratta di un suino intero in crosta, cotto al forno e insaporito con erbe aromatiche, tra le quali non può mancare il finocchio selvatico. Si mangia freddo sul pane, come cibo da strada. Monte San Savino, piccolo borgo in pietra, si trova a meno di mezz'ora da Arezzo e, con le sue bellezze artistiche e le sue ghiottonerie, vale davvero una visita!

-Bistecca chianina. E se siete in Val di Chiana e state indugiando tra le bellissime cittadine che la caratterizzano (Lucignano, Cortona, Monte San Savino...e altre ancora) non dimenticate di gustare una saporita bistecca di vitella chianina! Un animale di taglia grande, dal mantello bianchissimo (l'avete mai vista tirare il carro del Palio di Siena?). La carne è protetta dal timbro del Consorzio e ha un sapore...paradisiaco!


-Pecorino di Pienza. E' la prima delle nostre proposte vegetariane, un formaggio tipico della Toscana che a Pienza, cittadina deliziosa a soli 60 km da Arezzo (circa un'ora d'auto), raggiunge vette d'eccellenza. Il segreto? Risiede nelle erbe aromatiche, di cui sono ricchi i pascoli, e che finiscono direttamente nel latte delle pecore e la stagionatura in barrique di legno di rovere. Ottimo da solo, squisito sorseggiando un bel Moro Rosso della tenuta all'ombra di un pergolato, che ne dite?

-Fagiolina del Trasimeno. Da una proposta vegetariana ad una vegana. Legumi: ottimi, nutrienti e, nel nostro caso, perfino particolari! La fagiolina si trova sulle sponde del lago Trasimeno fin dai tempi degli Etruschi. Dalla forma allungata e dal sapore cremoso, dà il suo massimo al naturale, condita con un filo d'olio extra vergine d'oliva. Ma attenzione! Che sia genuino e controllato, proprio come quello che produciamo noi nella Tenuta.

casentino, trekking, parco nazionale
Trekking e natura: il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Boschi a perdita d’occhio, praterie, limpidi ruscelli, cascate e montagne, è il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, a cavallo del crinale appenninico che separa la Toscana dalla Romagna. I confini del Parco toccano 11 Comuni e comprendono le valli romagnole del Bidente, del Rabbi e del Montone, estendendosi in territorio toscano fino alle pendici del Monte Penna, dove sorge il celebre Convento Francescano di La Verna. In questo ambiente, potrai dedicarti a trekking e passeggiate lungo sentieri di ogni difficoltà.

santuario della Verna
I percorsi dello spirito: La Verna, Camaldoli, Le Celle

Arte, moda, città famose...ma anche il vostro spirito può avere l'esigenza di ricaricarsi!!! I nostri territori sono famosi per i luoghi di San Francesco, posti suggestivi abitati dal Santo. Sapete quali sono?

Il celebre Convento Francescano de La Verna.

Arroccato su una rupe calcarea, immerso in una selva lussurreggiante, il santuario è uno dei luoghi più intrisi di misticismo dell’intero Occidente, qui si ritirò in eremitaggio San Francesco e nell’estasi della preghiera ebbe le stimmate, miracolo tuttora rievocato con una festa solenne. Oggi, come in quel fatale settembre del 1224, alla Verna la commistione tra natura e divinità è tangibile.

Camaldoli.

Francesco non fu il solo ad essere affascinato dalla solitaria bellezza della foresta, poco dopo l’anno Mille San Romualdo fondò a Camaldoli il famoso eremo e un ospizio, che poi divenne uno splendido monastero. E’ ai monaci che si deve la conservazione del patrimonio boschivo, regola di vita pratica e spirituale.

Le Celle a Cortona.

Si trova in una valle "magica", allietata solo dal fruscio della cascatella, con tanto di ponte, e degli uccelli che cantano tutto l'anno. Qui si recava spesso Francesco durante i suoi viaggi tra La Verna e Assisi. La caratteristica? Le celle (appunto!) dei frati cappuccini sono scavate nella roccia.

Shopping, outlet, Prada
Shopping

In questa terra la bellezza è intorno a te... anche nella moda! A pochi km dal Borgo Il Palazzo potrai lanciarti in uno shopping sfrenato a prezzi convenienti, grazie agli outlet di Prada a Levanelle, al famoso The Mall ad Incisa Valdarno e al Valdichiana Outlet Village, che ti offrono le più grandi firme del panorama fashion italiano ed internazionale.